La scelta degli utensili di piegatura dipende necessariamente da specifici criteri e si sviluppa in più fasi. Vediamo quali informazioni fornite dal cliente sono necessarie al nostro scopo.

FASE PRELIMINARE: OTTENERE I DATI DAL CIENTE

Per scegliere correttamente gli utensili è fondamentale che il cliente fornisca informazioni quanto più dettagliate riguardo le proprie esigenze di piegatura.

Quali informazioni deve dare il cliente?

Dati necessari per formulare una richiesta di utensili speciali.

1 Disegni del prodotto e dimensioni esterne. Maggiori sono i dettagli, più preciso diventerà il progetto.

2 Tipo materiale (Kg/mm²)

3 Spessore lamiera (mm)

4 Lunghezza profilo (mm)

5 Tipologia della macchina

6 Quantità dei pezzi da produrre

 

In particolare:

 

Il materiale

E’ importante indicare con precisione quale materiale deve essere piegato. Dire “alluminio” è un termine troppo generico, poichè ci sono vari tipi di alluminio. Caratteristiche diverse, influiscono in modo differente sulla piegatura. Alcune leghe di alluminio, ad esempio, non consentono nessuna possibilità di piegatura. Inoltre se il produttore del materiale dà dei vincoli, essi devono essere rispettati.

Il pezzo deve quindi essere progettato considerando preliminarmente le caratteristiche del materiale.

Anche la finalità del materiale ha la sua importanza: se il pezzo che devo produrre è ipoteticamente una parete strutturale, dovrò rispettare determinati criteri e non si avrà piena libertà d’azione.

La definizione della forma.

Prima di iniziare a definire quali utensili dovranno essere utilizzati è utile identificare il tipo di forma che il cliente vuole ottenere.

Nell’ambito della gamma di forme possibili, illustrata nella prossima tabella, solo alcune potranno essere ottenute con utensili standard:

– PIEGA A V

– PIEGA RAGGIATA (entro certi limiti)

– PIEGA SCHIACCIATA (entro certi limiti di spessore). La PIEGA SCHIACCIATA viene chiamata anche SALVAMANI perchè è finalizzata a togliere la parte tagliente.

– PIEGA A “Z” (entro certi limiti)

Ci sono poi varie tipologie:

-doppio spessore (richiede una certa forza)

-a goccia (richiede meno forza, in quanto si tratta di una schiacciatura parziale)

-calibrata (necessita di uno spazio ben definito tra i due lembi).

Vediamo le possibilità di piega in base alla forma:

Nella scelta dell’utensile di piegatura è necessario affidarsi a professionisti esperti, che, confrontandosi col cliente, riescano a comprendere e soddisfare ogni sua esigenza. Grazie alle competenze acquisite, i tecnici provvederanno a fornire gli utensili più adatti per non arrecare danni alla macchina del cliente.

Eurostamp, grazie alla sua grande esperienza nel press brake tooling riesce a fornire utensili standard, ma anche utensili speciali, progettati appositamente su commessa del cliente.

Dal 1970 Eurostamp offre ai suoi clienti un servizio appositamente pensato per soddisfare le esigenze di velocità, precisione e versatilità d’acquisto.

 

 

 

× Bisogno di aiuto?